Risposta alla Falcri sul Referendum


Print Friendly, PDF & Email

Ma adesso la Falcri è contro gli zainetti ?
Oppure li vuole calcolare al ribasso come per il FIP ?

Cari iscritti al Fondo di Previdenza CRF, non so se avete ricevuto la circolari FALCRI e le lettere del Bianconi, o le sue telefonate, ho quindi sentito il dovere di precisare quanto segue.
È chiaro che gli accordi con la Banca li vuole fare da solo il Bianconi con la Falcri !

Il disastro della Falcri sul FIP

Si può stare sereni…. come quando Bianconi fece disastri nel 2009 per il FIP.
A coloro, che mantennero l’ integrazione mensile, fu tolta la perequazione e la reversibilità (10 anni di causa per riavere tutto, tre gradi sentenze tutte vinte), mentre chi prese lo zainetto subì una ingiusta decurtazione di circa il 30%, senza avere prima alcun conteggio e dovette firmare una dichiarazione di liberatoria totale.
Eppure la Falcri e i sindacati erano entusiasti di quell’ accordo del 4 novembre 2009
GRAZIE FALCRI, GRAZIE BIANCONI GIULIANO !!!

La fusione dei Fondi è stata voluta dai Sindacati e non certo da noi

La fusione dei Fondi è stata voluta dai sindacati nell’accordo del 5 agosto 2015:
Ecco qua il testo, firmato anche dalla Falcri.
E adesso ci viene a dire che siamo noi a volere la fusione ?

Veniamo ad ora: a questo punto noi abbiamo cercato di inserire nello Statuto le norme a garanzia degli iscritti, per evitare che i Sindacati, avendo mano libera, violassero i diritti dei pensionati come avvenuto in altre Banche del Gruppo Intesa (San Paolo e CR Padova).
I due articoli che verranno aggiunti (n° 34 e n° 35) contengono tutte norme migliorative a tutela degli iscritti sia per chi mantiene l’integrazione mensile (34) sia per chi vuole zainettare (35).
Essere riusciti a sottoporli a referendum è un grande successo dovuto alla richiesta di circa 1.360 iscritti !
E il Bianconi dice di votare No !!! E oltre alla lettera sta facendo numerose telefonate sforzandosi per essere convincente! Ma sei fuori di testa? Hai venduto l’anima al diavolo ?
L’ Associazione Pensionati CRF da anni sta vincendo tutte le cause intraprese ed ora ha ottenuto un referendum per migliorare lo statuto del Fondo e ci dai di “venditori di fumo che cercano di infinocchiare i pensionati.
“Ma sei impazzito? Hai dei problemi? Sei stato ingaggiato dalla Controparte? Dovresti vergognarti ! .

La garanzia della rendita mensile (art. 34)

Vediamo l’art. 34.
Bianconi dice: “Va lasciato lo statuto com’è !”
Ma sappiamo che Banca Intesa sta riunendo da anni tutti i Fondi, è rimasto solo il nostro e l’avrebbe incorporato senza dare nessuna garanzia, invece, basta leggerlo, non potrà mai ridurre per nessuna ragione l’importo, manterrà la perequazione automatica, la reversibilità e manterrà l’autonomia patrimoniale e le regole dell’ attuale statuto !!
Proprio oggi il Fondo di Gruppo Unicredit ha annunciato che ridurrà la pensione mensile perché il Bilancio è andato male !
Questo da noi non deve capitare, ed ecco perché abbiamo introdotto l’art. 34.

La garanzia dello zainetto (art. 35)

L’art. 35 significa correttezza e trasparenza di calcoli, tabelle di speranza di vita le più favorevoli, aggiunta della reversibilità del coniuge, tasso di attualizzazione quello internazionale IAS 19 (il più basso).
Il Fondo dovrà fornire preventivamente all’ iscritto un prospetto del calcolo affinché l’interessato possa valutare concretamente i suoi conteggi.
Non dobbiamo finire come si fece con la Falcri con il FIP nel 2009 !! .

E chi non prende l’integrazione mensile ?
Ringraziate i Sindacati !!

Qui il Bianconi da veramente i numeri !!
Parla di coloro che non percepiscono l’integrazione mensile, ma questo è dovuto a colpa dei sindacati, perché hanno inserito alcune voci retributive (come l’EDR), non previste dallo statuto del Fondo ma riconosciute dall’ INPS per cui la pensione INPS supera quella del Fondo e non scatta l’integrazione!
Ma questo e colpa della Banca e dei Sindacati !! È colpa di accordi sbagliati che andavano sanati !!
Ad esempio gli “ad personam” per alcuni sono pensionabili per altri no ! Perché !!??
Il famoso aumento contrattuale del 2012 dell’EDR (Elemento Distinto della Retribuzione) non era valido per la pensione del Fondo mentre per l’ INPS si !
Poi nel 2015 è stato regolato dal Sindacato che si fece infinocchiare dalla Banca con un accordo sbagliato, senza valore retroattivo e che lasciava scoperto un triennio !!
BRAVA FALCRI e BRAVO BIANCONI !! Ecco di seguito il vostro accordo sballato, con i vostri toni trionfalistici !

GLI ESODATI E I DIFFERITI (quest’ultimi colleghi ceduti ad altre Banche con la vendita delle Agenzie) non sono tutelati e rischiano di non avere né integrazione mensile né zainetto !!
Ma chi doveva pensare alla loro tutela ??
Il Sindacato o i Pensionati poveri venditori di fumo ? Rispondi BIANCONI !

La nostra battaglia continua !!

Nella proposta di referendum firmata dai 1.360 iscritti veniva richiesta la soluzione anche di tutti questi problemi, ma non abbiamo ricevuto alcun appoggio dalla Falcri, che è rimasta intenzionalmente a guardare mentre la Banca li ha arbitrariamente tolti.
L’Associazione Pensionati ha ritenuto di andare avanti per non perdere tutte le cose buone ottenute.
Abbiamo comunque già scritto a Banca Intesa che non intendiamo rinunziare a niente e proseguiamo nella nostra battaglia:
– Riparto equo fra tutti gli iscritti del sostanzioso avanzo tecnico (plusvalenze ), a tutti dovrà essere offerto lo zainetto perché tutti a suo tempo hanno versato i contributi.
– Partecipazione dei Pensionati al tavolo dei calcoli attuativi.
– Nessun taglio ingiustificato sugli zainetti.

Votate tutti SI

Bianconi e altri Sindacalisti della Falcri in pensione sapevano bene tutto quanto da oltre due anni perché l’Associazione Pensionati a suo tempo aveva inviato la proposta a tutti gli iscritti al Fondo,
Perché non l’hanno appoggiata, magari anche con critiche costruttive, se le avevano !!
BIANCONI perché ti fai avanti solo ora con critiche che non stanno né in cielo né in terra ?
Non ti sembra di essere ridicolo ???
Per il bene di tutti non creare confusione e lascia perdere !!!

Un caro saluto a tutti.

Associazione Pensionati Cassa di Risparmio di Firenze
Il Presidente
Roberto GATTAI